Chi siamo

Da quale storia, da quale prospettiva il nostro Controcultura: Spazio aperto Be.Brecht trae la sua proposta?

Lo scopo di Controcultura: Spazio aperto Be.Brecht.ChenYonggui è una proposta di educazione alla libertà.

L’impresa dell’educazione alla libertà richiama una visione molto alta dell’esistenza umana che chiede molto a donne e uomini, come ogni vero richiamo alla libertà e, conseguentemente, alla scelta.

Il suo fine è l’associarsi, l’accomunarsi nella giustizia, nell’eguaglianza e nella libertà.

È una prospettiva che rifiuta su un punto, quella che è stata finora la nostra esperienza storica: e cioè che i deprivati, gli esclusi e gli sfruttati sono, sì, in grado di accedere alla critica, alla rivolta, alla ribellione, ma sono i primi a non reggere un impegno di lunga durata fatto di negazione del presente e di affermazione del futuro. Una prassi, questa, che comporta e determina una tensione continua alla scelta del bene contro il male, nel sancta sanctorum della meccanica della riproduzione del quotidiano, del così è, del così fan tutti e così sia (e sarà).

La questione che, fin dall’inizio, abbiamo cercato di affrontare è: possiamo estendere agli umili, agli asserviti e agli oppressi quelle qualità che ne possano fare soggetto, soggetti in grado di concepire e realizzare un’idea di potere e di governo che prospetta, realizza ed emancipa i suoi interessi?

Nelle nostre singolarità abbiamo la speranza certa della possibilità di elevare ed educare il singolo, cioè noi stessi, nell’associarsi, nell’accomunarsi nella giustizia, nell’eguaglianza e nella libertà e nel contrapporci al dominio globale del capitale che si impone come naturalizzato. Questo non perché sia scritto nelle nostre rispettive Bibbie ribelli, ma perché non smetteremo di lottare per questo.

 

DA DOVE VENIAMO

  • 1964 Partito Comunista Italiano
  • 1966 Partito Comunista d’Italia marxista-leninista
  • 1968 Occupazione Università di Bari
  • 1968 Scissione del Partito Comunista d’Italia (Segret. Dinucci) e fondazione del Partito Comunista d’Italia Linea Rossa (Segret. Dini) sul giudizio storico e politico dei carrarmati russi che invadono Praga, e sul giudizio della Grande Rivoluzione Culturale Proletaria di Bari e Reggio Emilia
  • 1968 Costruzione dei Comitati Antifascisti ed Antiimperialisti
  • 1972 Fondazione Sezione CGIL Scuola Valsugana (Trentino)
  • 1975 Fondazione Comitato Comunista Autonomo a Trento
  • 1976 Fondazione Comitato Comunista di Trento
  • 1977 Fondazione Comitato contro la repressione a Trento
  • 1977 Partecipazione alla costruzione del Coordinamento Nazionale Comitati contro la repressione
  • 1994 Amici del Chiapas di Trento
  • 2002 Comunità Urbana Pastora Pavon
  • 2006 Spazio aperto NO Inceneritore NO TAV
  • 2011 Brigata mitopoietica M. Monicelli
  • 2011 Brigata mitopoietica Capitan Maratos
  • 2011 Brigata mitopoietica Comandanta Ramona
  • 2011 Comitato Sor Fratellanza e Dignità Al Khidr (protagonista di una fiaba araba)
  • 2012 Assemblea dei richiedenti asilo di Trento
  • 2012 Scuola di Alfabetizzazione popolare
  • 2012 Scuola Popolare di Critica al Moderno, Post-Moderno e Fine della Storia – Eredi di Eraclito e Me-Ti (onomastica provvisoria)
  • 2015 Scuola pop di alfabetizzazione storica la talpa civettuola – Eredi di Me-Ti
  • 2015   Fondazione del Collettivo Be.Brecht.ChenYonggui
  • 2020 Il Collettivo Be.Brecht si scioglie in Controcultura: Spazio aperto Be.Brecht